Controllo sorgenti elettromagnetiche

Scarica l’app
Guida alla lettura

Legenda

I siti distribuiti sul territorio regionale vengono rappresentati con cerchi di diverse dimensioni, che hanno lo scopo di fornire un’indicazione della loro complessità, ovvero della presenza in ciascun sito di più gestori e più network. Tale distinzione si basa su una valutazione qualitativa operata dall’Agenzia per indicare in modo più semplificato le dimensioni di un sito, sia da un punto di vista fisico (grandezza fisica della struttura – più supporti, traliccio più alto – ecc…), che da un punto di vista emissivo, ovvero delle potenze in gioco. 

 

Dimensione del cerchion. network
Grande  > 10 
Medio

compreso tra 10 e 4

Piccolo < 4

 

La dicitura “Sito attivo” indica che almeno un impianto presente in esso è acceso. 

 

 

Glossario

Glossario

 

Sito: È il luogo fisico (località) in cui sono installati uno o più pali e/o tralicci sui quali sono presenti sistemi per tele radiocomunicazione.

Cosito: È un sito nel quale sono presenti due o più Gestori. 

Gestore: È il soggetto titolare della concessione a trasmettere i segnali, ivi compresi gli operatori di rete e gli operatori di telecomunicazione. 

Tipo sito: Indica, in forma semplificata, la tipologia di sistema trasmissivo ospitata nel sito. Le tipologie scelte in questa sede sono:

  • SRB: Stazione Radio Base per la telefonia mobile (che comprende anche i sistemi DVBH - Digital Video Broadcasting Handheld e quelli WiMAX – Worldwide Interoperability for Microwave Access)
  • RTV: Sistemi Radio Televisivi (che, oltre a FM/AM, comprende anche i DVBT – Digital Video Broadcasting Terrestrial e i DAB – Digital Audio Broadcasting) 
  • Altro: comprende tutti i sistemi non inclusi nelle tipologie sopra elencate, come ad es. Wi-Fi - Wireless Fidelity, ponti radio, radioamatori, sistemi per la sicurezza 
  • Misto: il sito ospita contemporaneamente due o più delle tipologie sopra elencate 

Network: Indica l’insieme dei sistemi trasmissivi (antenne) utilizzati per l’invio del segnale. Tali sistemi sono in questa sede raggruppati in base alla frequenza utilizzata per la trasmissione del segnale, ovvero del servizio o rete forniti (appunto, network).

Numero ID: Ogni sito e ogni punto in cui sono state effettuate misure di controllo sono identificati da un codice numerico univoco, necessario anche in sede di esposto o di richiesta di informazioni.  

Esito: L’esito delle misure viene definito sulla base del limite a cui appartiene il punto di misura. L’esito viene indicato con le espressioni: 

  • conforme: indica che la misurazione non ha registrato il superamento dei limiti di legge; 
  • da approfondire: indica che la misura effettuata a banda larga banda larga ha rilevato valori superiori o uguali ai limiti e pertanto, per verificarne l’effettivo superamento, è necessario procedere con una misura a banda strettabanda stretta
  • non conforme: indica che le misurazioni hanno rilevato il superamento dei limiti di legge. Ciò comporta l’avvio di una specifica procedura volta a riportare le potenze emesse dall’impianto/i entro i limiti (cd. “procedura di riduzione a conformità”) e, se necessario, al risanamento dell’impianto/i che concorrono al superamento dei limiti, che va dalla riprogettazione tecnica di tutti i sistemi trasmissivi, compreso il supporto, fino alla sua eventuale delocalizzazione. Per la sua particolare complessità, la procedura di risanamento può avere la durata anche di alcuni anni. 

Esposto: È l’atto con il quale un cittadino può richiedere l’intervento dell’Agenzia per la verifica delle emissioni di un impianto. L’esistenza di un esposto comporta specifiche modalità di controllo (approfondisciapprofondisci). 

Tipo misura: Indica se la misurazione è stata condotta con monitoraggio di lungo periodo (M) o controllo tramite operatore (C/D).

Banda larga e banda stretta: (approfondisciapprofondisci).

Campo elettrico: È la grandezza misurata in sede di controlli per valutare l’esposizione della popolazione.

Ultima misura: Indica l’ultima misura effettuata in occasione dei controlli.

Storico misure: Riporta, laddove presenti, i risultati delle misure condotte in precedenza.

Limite di legge: La normativa nazionale individua due differenti valori di attenzione a tutela dell’esposizione al campo elettrico, legati al tempo di utilizzo – e, quindi, di permanenza – della popolazione rispetto al luogo in cui viene effettuata la misura: se destinato alla permanenza per un tempo superiore alle quattro ore – come nel caso, ad es., di un edificio ad uso abitativo o di un ufficio lavorativo – il valore è pari a 6 V/m; se destinato ad un tempo inferiore è pari a 20 V/m.

 

 

Arpa Umbria - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale