una serie di indicatori ambientali, ovvero di tematiche pił significative di cui Arpa
si occupa per raccontare periodicamente lo stato di salute dell'ambiente in Umbria

Polveri fini (PM10 e PM2,5)

 

PM10 – Concentrazione media annua

Anche nel 2014 la concentrazione media annua di PM10 registrata dalle centraline della rete di monitoraggio umbra è risultata al di sotto del limite previsto per legge (40 µg/m3); la stazione con il valore più elevato si è confermata essere quella di “Le Grazie” a Terni.

Concentrazione media annua di PM10 (µg/m3)

Stazioni

Tipologia di staz. (1)

2010

2011

2012

2013

2014

Perugia - Fontivegge

U/T

 

29

24

20

20

Perugia - P S Giovanni

U/T

24

28

25

23

23

Foligno - P Romana

U/T

27

32

29

27

26

Terni - Carrara

U/T

28

31

30

31

27

Terni- Le Grazie

U/T-I

26

36

37

36

32

Perugia - Cortonese

U/F

19

23

23

21

21

Gubbio- P 40 Martiri

U/F

25

27

26

22

23

Città di Castello - C Castello

U/F

 

 

 

24

24

Spoleto - P Vittoria

U/F

22

24

23

19

19

Terni- Borgo Rivo

U/F

24

26

29

29

27

Amelia - Amelia

U/F

 

 

 

0

21

Magione – Magione

S/F

 

 

 

21

21

Narni - Scalo

S/F

27

26

28

23

24

Orvieto – Ciconia2

S/F

 

 

 

0

18

Torgiano - Brufa (2)

R/F

 

21

19

17

16

Giano dell'Umbria – M. Martani (2)

R/F

 

 

11(3)

9(3)

10

 

(1) Legenda U-S/T-I= Urbana o Suburbana da Traffico e/o Industriale, U-S/F = Urbana o Suburbana di Fondo, R/F = Rurale di Fondo, S/I = Suburbana Industriale.

(2) Le stazioni posizionate sui territori dei comuni di Torgiano e Giano dell’Umbria, in quanto stazioni di fondo rurale, non sono utilizzate per valutare la qualità dell’aria del comune di posizionamento, ma per valutare il fondo regionale: la stazione di Torgiano – Brufa è lontana dal centro abitato ma risente in modo indiretto delle emissioni delle aree urbane e delle infrastrutture adiacenti; quella di Giano dell’Umbria–Monti Martani è collocata, invece, in zona remota ovvero lontano da fonti dirette di emissioni e in quota e, pertanto, è maggiormente sensibile agli effetti extraregionali e di trasporto da lunga distanza come quello delle polveri provenienti dalla zona sahariana. Della stazione di Narni Scalo vengono presentati i soli dati della nuova posizione

(3) Il numero di dati validi utilizzati per il calcolo dell’indicatore è < 90% (compreso un 5% di tolleranza) stabilito dall’obiettivo di qualità dalla normativa.

 

 

Il trend nei due capoluoghi

clicca per ingrandire clicca per ingrandire

 

PM10 – Superamenti della media giornaliera

I valori registrati nel 2014 su questo fronte fanno segnare un lieve miglioramento generale. Il limite di legge ( > 35 gg/anno) è stato anche in questo anno superato a Foligno e Terni.

I dati dei primi mesi del 2015 delineano una situazione nel complesso invariata rispetto agli analoghi periodi dello scorso anno, le differenze maggiori si riscontrano nella stazione di Foligno, che ha fatto registrare 6 superamenti in meno, e a Terni, dove la stazione di “Le Grazie” ha fatto registrare 5 superamenti in più.

 

Numero di superamenti della media giornaliera di PM10 (numero)

Stazioni

Tipol.

staz. (1)

INV. 2010

TOT 2010

INV. 2011

TOT 2011

INV. 2012

TOT 2012

INV. 2013

TOT 2013

INV. 2014

TOT. 2014

INV. 2015

Perugia – Fontivegge

U/T

 

 

22

38

15

22

5

19

5

14

2

Perugia – P.S. Giovanni

U/T

10

18

25

43

15

27

13

28

7

21

8

Foligno – P.ta Romana

U/T

19

29

27

50

19

35

18

38

17

39

11

Terni - Carrara

U/T

3

8

5

21

8

16

25(2)

50

15

32

14

Terni- Le Grazie

U/T-I

15

26

38

69

40

74

32

63

22

57

27

Perugia – Cortonese

U/F

1

5

 

22

5

12

5

20

3

12

5

Gubbio – P. 40 Martiri

U/F

11

17

 

25

14

20

8

21

6

18

3

Città di Castello - C Castello

U/F

 

 

 

 

 

 

17

35

6

17

9

Spoleto - P Vittoria

U/F

6

10

6

10

10

15

4

14

2

7

0

Terni - Borgo Rivo

U/F

4

7

 

16

7

23

24(2)

50

16

39

17

Amelia - Amelia

U/F

 

 

 

 

 

 

 

 

2

6

0

Magione

S/F

 

 

 

 

 

 

5

15

3

8

5

Narni – Scalo

S/F

3

4

 

6

7

10

5

 

7

22

9

Orvieto – Ciconia2

S/F

 

 

 

 

 

 

 

 

1

2

0

Torgiano -Brufa

R/F

0

0

14

14

0

1

5

5

0

3

3

Giano dell'Umbria - M. Martani

R/F

 

 

0

0

0

0

13

0

0

2

0

(1) Legenda U-S/T-I= Urbana o Suburbana da Traffico e/o Industriale, U-S/F = Urbana o Suburbana di Fondo, R/F = Rurale di Fondo, S/I = Suburbana Industriale.

(2) Le stazioni posizionate sui territori dei comuni di Torgiano e Giano dell’Umbria, in quanto stazioni di fondo rurale, non sono utilizzate per valutare la qualità dell’aria del comune di posizionamento, ma per valutare il fondo regionale: la stazione di Torgiano – Brufa è lontana dal centro abitato ma risente in modo indiretto delle emissioni delle aree urbane adiacenti nonché delle emissioni da traffico prodotte dalla E45 e dal raccordo Perugia-Bettolle; quella di Giano dell’Umbria–Monti Martani è collocata, invece, in zona remota ovvero lontano da fonti dirette di emissioni e in quota e, pertanto, è maggiormente sensibile agli effetti extraregionali e di trasporto da lunga distanza come quello delle polveri provenienti dalla zona sahariana.

(3) Il numero di dati validi utilizzati per il calcolo dell’indicatore è < 90% (compreso un 5% di tolleranza) stabilito dall’obiettivo di qualità dalla normativa.

 

Il trend nei due capoluoghi

clicca per ingrandire clicca per ingrandire

 

PM2,5– Concentrazione media annua

Per le particelle di particolato fine con un diametro inferiore a 2,5 μm (che delle PM10 possono rappresentare anche una porzione importante), la norma prevede la verifica del superamento della sola media annua.

Anche nel 2014 in nessuna stazione della rete di monitoraggio è stato superato il limite di legge ( > 26 µg/m3). Le città con i valori più elevati su questo fronte si sono confermate essere Terni e Foligno, alle quali si è aggiunta Città di Castello.

 

Concentrazione media annua di PM2,5 (µg/m3)

Stazione

Tipo staz.1

Anno 2013

Anno 2014

µg/m3

µg/m3

Perugia - Fontivegge

U/T

14

14

Perugia - P S Giovanni

U/T

15

15

Foligno - P Romana

U/T

19

18

Terni - Carrara

U/T

22

18

Terni- Le Grazie

U/T-I

23

21

Perugia - Cortonese

U/F

14

14

Gubbio - P 40 Martiri

U/F

15

15

Città di Castello - C Castello

U/F

19

18

Spoleto - P Vittoria

U/T

13

12

Terni- Borgo Rivo

U/F

22

20

Amelia - Amelia

U/F

 

15

Magione - Magione

S/F

14

14

Narni - Scalo

S/F

17(3)

17

Orvieto - Ciconia2

S/F

 

11

Torgiano -Brufa (2)

R/F

12

11

Giano dell'Umbria - M. Martani (2)

R/F

6(3)

7(3)

 

(1) Legenda U-S/T-I= Urbana o Suburbana da Traffico e/o Industriale, U-S/F = Urbana o Suburbana di Fondo, R/F = Rurale di Fondo, S/I = Suburbana Industriale.

(2) Le stazioni posizionate sui territori dei comuni di Torgiano e Giano dell’Umbria, in quanto stazioni di fondo rurale, non sono utilizzate per valutare la qualità dell’aria del comune di posizionamento, ma per valutare il fondo regionale: la stazione di Torgiano – Brufa è lontana dal centro abitato ma risente in modo indiretto delle emissioni delle aree urbane adiacenti nonché delle emissioni da traffico prodotte dalla E45 e dal raccordo Perugia-Bettolle; quella di Giano dell’Umbria–Monti Martani è collocata, invece, in zona remota ovvero lontano da fonti dirette di emissioni e in quota e, pertanto, è maggiormente sensibile agli effetti extraregionali e di trasporto da lunga distanza come quello delle polveri provenienti dalla zona sahariana.

(3) Il numero di dati validi utilizzati per il calcolo dell’indicatore è < 90% (compreso un 5% di tolleranza) stabilito dall’obiettivo di qualità dalla normativa.

Il trend nei due capoluoghi

 

clicca per ingrandire clicca per ingrandire

Qualità dell’aria in Umbria: on line la relazione annuale

Un esame complessivo della situazione registrata dalle centraline di monitoraggio per tutti gli inquinanti monitorati è contenuta nella relazione aggiornata sulla qualità dell’aria in Umbria, disponibile al link http://www.arpa.umbria.it/resources/docs/Qualit%C3%A0%20aria%20in%20Umbria_2014.pdf

Nel complesso, la relazione non evidenzia criticità di rilievo, oltre a quanto indicato sulle polveri fini, fatto salvo il Nichel a Terni, per il quale sono stati registrati livelli vicini al valore obiettivo previsto dalla normativa, e il Benzo(a)pirene, che ha superato il valore obiettivo a Città di Castello, Foligno e Terni.

 

 

[aprile 2015]

stampa la pagina

 

settembre 2015
agosto 2015
agosto 2015
luglio 2015
aprile 2015
marzo 2015
dicembre 2014
novembre 2014
settembre 2014
gennaio 2014
Arpa Umbria - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale